Comune di Motta Montecorvino (Fg) - Sito Istituzionale

  • Mercoledi, 23 maggio 2018

Sei in: Homepage / Notizie / Il 4 Novembre 2009 a Motta Montecorvino

Notizie

Dettaglio notizia

 

Il 4 Novembre 2009 a Motta Montecorvino

Il 4 Novembre 2009 a Motta Montecorvino Categoria: Altro
Data: 22/11/2009 ore 00:00:00

Molti i partecipanti: autorità civili, militari, scolaresche col preside e rispettivi insegnanti, numerosa la popolazione. Tutti hanno voluto testimoniare sentimenti sinceri di attaccamento ai valori nazionali.

La cerimonia, molto sentita, ha avuto inizio con una Messa solenne, in suffragio dei mottesi morti in guerra, celebrata dal nostro Parroco, Don Sergio Di Ruberto, il quale ha toccato il cuore di tutti con la sua Omelia, per l'alto significato valoriale attribuito ai caduti, definiti "Anime Purificate".

Emozionante la preghiera dei fedeli, affidata ai ragazzi delle varie scuole, dal più piccolo al più grande, che hanno letto brani bellissimi, molto mirati sotto il profilo cristiano, seguita dal ritornello corale di tutti i presenti.

La manifestazione civile poi si è svolta in piazza, presso il monumento dei Caduti. Qui il Sindaco, dott. Pietro Calabrese, ha preso la parola con un discorso puntuale sui vari momenti della vita nazionale, ricordando, con grande commozione, i nostri soldati caduti nelle varie guerre e in tante altre missioni militari e civili per proteggere non solo il territorio nazionale, ma creare condizioni di convivenza e di pace tra i popoli, in varie parti del mondo.

Ricco, poi, di testimonianze è stato l'intervento del Commendatore della Repubblica, il nostro zio Peppino Papa, attivo esponente politico e soldato paracadutista degli Arditi, che, dopo l'8 settembre del 1943 ha partecipato alla guerra di Liberazione dell'Italia dai Tedeschi, nella difesa di Roma, a Porta San Paolo. I suoi ricordi, attraverso le sue parole, hanno offerto ai giovani messaggi e speranze per costruire sui sacrifici del passato, un mondo di pace nel Futuro e a non dimenticare che il Martirio dei nostri Caduti non e' stato vano.

In seguito, ha preso la parola, dietro invito del Sindaco, il Generale di C.A., Fontana, esperto di varie missioni di pace nel mondo, ex Comandante Supremo della Missione di pace in Mozambico, presente a Motta per la visita ai defunti. Un saluto colmo di affetto ha caratterizzato il suo intervento, nel corso del quale, ha affermato che "gli italiani non devono dimenticare i caduti per la Patria, perché essi costituiscono la nostra Storia, avendo immolato la vita per ottenere l'Unità Nazionale, difendere l'integrità dell'Italia, e per essere caduti anche fuori del territorio nazionale, in molte Missioni di Pace, per difendere i Diritti Umani, eliminare situazioni di crisi tra i popoli, ristabilire la pace e creare migliori condizioni di vita.

Interessante, è stato l'intervento dei ragazzi, emozionatissimi, ma attenti e responsabili, che sotto la guida di bravissimi e premurosi insegnanti, hanno letto e recitato brani toccanti.

Infine, ex reduci e combattenti, con un foulard tricolore al collo, hanno animato e concluso la manifestazione, con canti patriottici terminando con "VIVA L'ITALIA".

Matteo Di Carlo